Enzo Oliveri, The Sicilian Chef a Londra

Enzo Oliveri, 'The Sicilian Chef'

Enzo Oliveri, ‘The Sicilian Chef’

Excellent Gusto intervista il celebrity chef Enzo Oliveri, conosciuto come The Sicilian Chef. E’ nato nella splendida Sicilia e ha una grande passione per il cibo fin da ragazzo. Chef a Londra da 15 anni, oggi Enzo è conosciuto per i suoi piatti e la pizza, apprezzata dalle celebrità di tutto il mondo. 

Enzo ha lavorato in prestigiosi ristoranti in Europa, negli Stati Uniti, a Dubai e Londra. Ha cucinato per la Principessa Diana, il Primo Ministro, Tom Cruise, Madonna e altre celebrità e star internazionali. E’ stato a fianco di altri famosi chef come Aldo Zilli e Gordon Ramsay. Gordon, nella rivista “The F Word”, ringraziava lo chef siciliano per avergli insegnato a cacciare e cucinare un polpo (vedi il video: “Gordon Ramsey and Enzo Oliveri go Octopus Hunting in Sicily”). Oggi Enzo è l’amministratore delegato della catena Fratelli La Bufala in UK e conosciuto anche come personaggio televisivo, seguito sul canale BBC per la sua arte culinaria siciliana.

Dai fiammeggianti tramonti e profumi della “terra del sole”, la Sicilia, alla vertiginosa, spumeggiante, grigia Londra. Enzo, raccontaci i momenti più importanti della tua carriera…

Sin da ragazzo ho apprezzato l’arte di mettere sapori e profumi in deliziose pietanze. A 16 anni decisi di andare per il mondo a far conoscere la cultura siciliana attraverso la sua cucina. Nei miei giri sulle navi da crociera conobbi una donna inglese che mi trascinò a Londra, conquistato dal suo charm, e con lei ho avuto due meravigliosi figli. Non ho dimenticato il caldo sole siciliano e spesso torno in Sicilia!

Al ristorante Fratelli La Bufala, in Piccadilly Circus, possiamo assaggiare “l’Italia d’eccellenza” raccontata da Enzo Oliveri?  

Fratelli La Bufala è una catena di ristoranti campani con prodotti di eccellenza di Prima Qualità della cucina italiana regionale. Al mio ristorante di Londra gusti la cultura del Regno delle Due Sicilie!

Qual’è stata l’innovazione che hai portato nel Gruppo Fratelli La Bufala?

Quando entrai nel Gruppo era già tutto fatto. Il cambiamento è stato rendere il ristorante internazionale nel look e nel menu. Il ristorante è diventato un punto d’incontro e nel menu ho inserito piatti famosi, curati nei dettagli e nella presentazione. Oggi le pietanze si mangiano prima con gli occhi!

Ristorante Fratelli La Bufala in Piccadilly Circus, a Londra

Ristorante Fratelli La Bufala in Piccadilly Circus, a Londra

Il titolo Celebrity Chef ti fa sentire un po’ una Star?   

Se essere una Star significa fare contenti migliaia di persone ed essere applauditi si, mi sento una Star! Ogni giorno rendo felici le persone attraverso quello che cucino! Ormai sono anni che faccio esibizioni, Fiere e filmati. Ciò che mi dà più soddisfazione è raggiungere molte persone, alle quali comunicare come fare dei piatti usando tecniche semplici e ingredienti buoni, creando una dieta salutare. Come afferma il detto “mangia bene che campi 100 anni!”.

Hai future, nuove, idee per i tuoi commensali e fans?

Con i miei collaboratori stiamo lavorando su tanti fronti: altri filmati, altri ristoranti Fratelli la Bufala, altri ristoranti italiani non Fratelli La Bufala, e perché no, anche ristoranti siciliani, visto che ne porto la bandiera! Altre Fiere e Street Food italiani e tanto insegnamento nei College e Università di hospitality per dare la possibilità ai giovani di trovare l’amore nel lavoro.

Come descrivi il tuo ristorante?

Il mio ristorante è situato in una location semplice da raggiungere, è bello e illuminato, spinge ad entrare; sei accolto da un sorriso professionale che ti accompagna al tavolo; Il cameriere esperto ti consiglia, lo Chef cucina per te, il conto non deve essere esagerato. Questo perché il ristorante deve essere semplice da capire, bello per farti star bene, il personale deve essere cordiale per farti ritornare. Il segreto sta nella qualità dei prodotti, nella “qualità” dello chef a trasformarli e nella “qualità” del personale di sala a presentarli.  Dunque qualità, qualità, qualità!

 

Articoli Correlati:

Le ‘Fragole di Cupido’ per innamorarsi a San Valentino

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi